Come guarire il tuo esofago dopo il reflusso acido

La malattia di reflusso acido, noto anche come malattia da reflusso gastroesofageo o GERD, si verifica quando gli acidi dello stomaco si perdono nell’esofago, provocando irritazioni e infiammazioni della fodera esofagea. Proteggere l’esofago dall’acidità consente alla guarigione del rivestimento. I passi che puoi prendere per proteggere il tuo esofago dal reflusso acido includono la perdita di peso e gli stili di vita, i farmaci per sopprimere l’acido dello stomaco e, in alcuni casi, la chirurgia per rafforzare la valvola – il sfintere esofageo inferiore o LES – che smette l’acido da reflusso in su.

Il peso corporeo in eccesso mette pressione sul LES, causando debolezza strutturale e ostacolando la sua capacità di funzionare. Il medico può raccomandare di perdere peso, soprattutto se hai subito un aumento di peso. Potrebbe essere utile evitare posizioni di corpo che aumentano la pressione sullo stomaco, nonché attività ad alto impatto come jogging che possono causare reflusso. Optare per gli indumenti più allentati, poiché gli abiti stretti o le calze di controllo e gli spalmatori del corpo possono aumentare la pressione sull’addome.

Molti trovano i loro sintomi peggiori quando si trovano. L’aumento del corpo superiore con cuscini da 6 a 8 pollici al momento di coricarsi è consigliato per molti pazienti affetti da GERD perché la gravità mantiene succhi digestivi acidi nello stomaco dove appartengono. È inoltre consigliabile evitare il consumo di cibo da 2 a 3 ore prima di coricarsi o prima di sdraiarsi.

Gli alimenti che innescano il reflusso acido variano tra gli individui e alcuni medici possono raccomandare di tenere un diario alimentare per determinare quali alimenti rappresentano un problema per voi. Gli alimenti che in genere scatenano sintomi includono prodotti lattiero-caseari, alcool, cioccolato, bibite, alimenti fritti o grassi e alimenti contenenti aceto. Si consiglia di mangiare piatti più piccoli e di evitare spuntini tardivi. Il caffè, compreso il decaf, è anche un colpevole principale. Il fumo indebolisce lo sfintere esofageo inferiore e impedisce che funzioni correttamente. Evitare farmaci antinfiammatori non steroidei – FANS – come aspirina, ibuprofene (Motrin, Advil, Nuprin) e naproxen (Aleve) in quanto possono causare o peggiorare la GERD.

I farmaci conosciuti come inibitori della pompa protonica o PPI, riducono i sintomi e aiutano a guarire l’esofago inibendo la secrezione di acido dello stomaco. I PPI sono disponibili sul banco e includono famosi farmaci di marca come lansoprazolo (Prevacid), omeprazolo (Prilosec) e esomeprazolo (Nexium). I PPI non prescritti sono approvati dalla Food and Drug Administration per una volta per giorno per un massimo di 14 giorni, anche se i medici possono prescriverli a dosi più alte. L’uso a lungo termine è stato collegato ad un aumento del rischio di fratture ossee e potrebbe anche diminuire i livelli di sangue del magnesio, causando spasmi muscolari, battiti cardiaci irregolari e convulsioni.

I bloccanti H2 sono un bloccante acido anteriore rispetto ai PPI che funzionano neutralizzando l’istamina, una sostanza chimica coinvolta nella secrezione acida. Essi sono raccomandati per alcuni pazienti, sono meno costosi di PPI e possono funzionare bene per i casi più lievi di GERD. I bloccanti H2 sono disponibili anche sul bancone con nomi generici come famotidina (Pepcid), cimetidina (Tagamet) e ranitidina (Zantac). Famotidina non è raccomandata per le persone con problemi renali. Le donne in gravidanza o infermieristiche devono consultare il proprio medico prima di assumere sucralfato (Carafate), un altro farmaco a volte prescritto per GERD. Per periodi occasionali di reflusso acido, gli antiacidi antichi come Tums o Rolaids sono ancora una buona scommessa.

Quando misure meno invasive non riescono a risolvere la GERD, la chirurgia può essere un’opzione. La chirurgia più comune per la GERD è la fondulazione di Nissen. Ciò comporta per prima cosa riparare qualsiasi ernia iatica, se ci fosse uno, poi avvolgere la parte superiore dell’addome intorno alla parte inferiore dell’esofago. Questo rafforza il LES, ripristinando la sua funzione di “valvola a senso unico” che agisce per prevenire il reflusso acido. La chirurgia è raccomandata per i pazienti le cui condizioni includono esofago infiammato, restrizioni nell’esofago. I bambini che non sono in grado di guadagnare o mantenere il loro peso possono anche essere candidati alla chirurgia; Advisor medico: Jonathan E. Aviv, M.D., FACS

Perdere peso

Sollevare il capo del tuo letto

Guardare l’assunzione e fermare il fumo

Uso di inibitori della pompa protonica

Altri farmaci

Chirurgia